domenica 15 settembre 2019
marco-siena-2019

Ottavo posto a Lonato, podio a Siena: la nuova stagione di DonkeyMotor

Le passioni vanno coltivate. Nel senso che non sempre crescono da sole: a volte bisogna prendersene cura. Bisogna ravvivarle con qualche stimolo nuovo.
E così è stato per “noi” di DonkeyMotor.
Dopo quattro (o forse cinque?) stagioni nella categoria Rok in totale autonomia con telai TonyKart, abbiamo deciso di cambiare categoria. Siamo passati alla Iame X30 e, soprattutto, abbiamo cambiato telaio: ora Marco corre con un TbKart S55, costruito a Orsenigo, in provincia di Como. Alle gare non siamo più soli, ma siamo sotto la tenda della TbKart.
Nuovi stimoli che ci hanno permesso di ritrovare voglia e competitività.
LA PRIMA A LONATO
Abbiamo corso la prima gara dell’anno a Lonato (Brescia), pista South Garda Karting, il 17 marzo, chiudendo in ottava posizione.
In qualifica Marco stacca il quarto tempo. In prefinale parte dalla quarta casella, la prima fila fa un po’ di casino, lui si sposta fuori dalla start lane e prende una penalità di 10 secondi. Ma il passo è ottimo, il suo miglior giro è un decimo più basso di quello del vincitore.
Quindi siamo carichi per la finale. Partiamo 12esimi dopo la penalità della prefinale. Marco temporeggia in partenza per evitare contatti, poi rimonta posizione dopo posizione e chiude una splendida gara al 5^ posto, ma viene penalizzato di 5 secondi per una tamponata nella quale non ha alcuna responsabilità: uno da dietro l’ha centrato, lui a sua volta ha toccato il pilota davanti. A fine gara il commissario ha visto il suo spoiler anteriore rientrato quindi come da regolamento gli ha dato la penalità: ottavo posto finale.
LA TRASFERTA DI SIENA
Abbiamo corso la seconda gara a Siena, il 14 aprile.
In qualifica Marco è stato davanti fino a 30 secondi dalla fine, poi all’ultimo giro gli hanno soffiato la pole position per 4 millesimi.
Poco male. Prefinale: partenza in prima fila, un po’ di casini e si ritrova quinto. Risale giro dopo giro: quarto, terzo, secondo. A metà gara passa in testa, potrebbe andarsene ma viene infilato, e nel caos degli ultimi giri si ritrova quinto sotto la bandiera a scacchi. Nota bene: per la prima volta è stato davanti a tutti. Mica male.
Dopo la prefinale viene giù il finimondo: acqua e grandine, la finale viene rinviata e abbiamo tempo di stravolgere l’assetto per prepararci alla gara bagnata.
Marco sul bagnato ha poca esperienza e pochi chilometri alle spalle, quindi spero che riesca a contenere i danni. E invece, fa una gara molto solida e costante: quinto, sesto, poi ancora quinto fino al traguardo. Tre piloti davanti a lui vengono squalificati o arretrati per motivi tecnici o sportivi, quindi alle prove si ritrova inaspettatamente sul podio. Secondo.
QUINDI?
Quindi bene. Molto Bene. La nuova categoria e il passaggio al telaio (e al team) TbKart ci hanno dato quello stimolo che stavamo cercando. Il materiale funziona, Marco è competitivo. Il clima di competenza, professionalità e disponibilità sotto la tenda TbKart rende il tutto più piacevole.
Ci rivediamo il 2 giugno, a Castelletto di Branduzzo, la nostra pista di casa.

See you on track!